In questa Domenica i fedeli di buon ora si recano presso le parrocchie di appartenenza carichi di rami di ulivo per far benedire le palme.
I ramoscelli benedetti verranno poi portati nelle case, donati ad amici e parenti, posti sulle terrazze delle abitazioni e nei campi coltivati, affinché siano forieri di pace e abbondanza.
La Confraternita di Maria Santissima del Carmine, in mattinata, si reca presso la Chiesa Matrice per ricevere il precetto pasquale.
I confratelli si muovono in processione partendo dalla loro Chiesa disposti a coppie e col viso coperto dal cappuccio.
Lungo il percorso d'andata intonano un antico canto penitenziale: Il peccatore dolente.
Dopo la funzione nella Chiesa Colleggiata, i confratelli, sempre a volto coperto, ritornano nella Chiesa della Madonna del Carmine. Questa volta, contenti e sereni per aver ricevuto il precetto, intoneranno un altro canto chiamato Che giorno beato.
In questa occasione fa la sua prima apparizione la Croce dei Misteri. Una Croce che reca affissi i simboli della Passione del Cristo e che apre tutte le processioni della Settimana Santa.

Confratelli del Carmine al ritorno dalla Chiesa Matrice
 
 
 
 
 
 
 
Copyright © lasettimanasanta.it - All rights reserved - webmaster@lasettimanasanta.it